Trapani: arrestato il capo “mandamento” di Alcamo

Capo mandamento di Alcamo e affiliato a Cosa Nostra direttamente dal latitante Matteo Messina Denaro, Ignazio Melodia è stato arrestato questa mattina, insieme ad altre 5 persone, dagli uomini della questura di Trapani nell’ambito di un’operazione coordinata dalla Direzione Investigativa Antimafia (Dia).

Per tutti le accuse contestate sono associazione mafiosa, estorsioni a imprenditori e condizionamento delle elezioni comunali di Alcamo.

Singolare il luogo d’incontro della “famiglia mafiosa” che per gestire il malaffare si riuniva all’interno della cella frigorifera di un negozio di ortofrutta appartenente ad uno degli arrestati di questa mattina; “Freezer”, infatti, è il nome dato all’operazione. (Video)

L’indagine ha permesso, tra l’altro, di far emergere una serie di estorsioni a carico di imprenditori locali, nonché il tentativo di infiltrazione di Cosa Nostra nel libero svolgimento delle ultime elezioni amministrative del comune della provincia trapanese.

La scelta di Melodia come capo del mandamento di Alcamo è stata direttamente voluta da Matteo Messina Denaro che presenziò al suo rituale di affiliazione; la famiglia Melodia infatti risulta affiliata ai Corleonesi e, nonostante negli anni sia stata oggetto di ripetuti arresti, è da sempre a capo del mandamento di Alcamo.

21/02/2017


Parole chiave:
mafia - trapani - boss