Viabilità e informazioni utili

servizi: emergenza terremoto AbruzzoComunicazione 11 aprile 2009: il prefetto de L'Aquila, Franco Gabrielli, invita a lasciare libere le strade che conducono a L'Aquila, rivolgendosi in particolar modo a quanti sono curiosi di vedere di persona i luoghi del sisma. " Stiamo potenziando e completando le tendopoli, tutte le forze impegnate nel soccorso hanno bisogno di spazio e anche i mezzi non devono avere intralci sul sitema viario", queste le parole del prefetto che certificano anche la sinergia costante di tutte le forze impegnate nei soccorsi.

Situazione viabilità 10 aprile 2009 - h. 20.00 -

- A/1 Milano-Bologna code a tratti tra Piacenza Nord e Fiorenzuola in direzione Bologna;

- A/1 Bologna-Firenze code a tratti per traffico intenso tra Roncobilaccio e Firenze Certosa in direzione sud;

- A/10 Genova - Ventimiglia code a tratti tra Arenzano e Spotorno in direzione Ventimiglia;

- A/12 6 km di coda tra allacciamento A/11 e Pisa Centro direzione Rosignano causa lavori;

- A24: è stato riaperto il tratto tra Assergi e L'aquila Ovest in entrambe direzioni;

- A25: attivo uno scambio carreggiata nel tratto Bussi-Sulmona;

- A/3 rallentamenti Rogliano - Altilia in direzione sud per carichi dispersi;

- A/3 rallentamenti Contursi - Sicignano in direzione sud per traffico intenso;

- A/3 rallentamenti tra Altilia G. e S. Mango D'Aquino in direzione Sud per traffico intenso;

- A/3 Bagnara - Villa S. Giovanni in direzione sud rallentamenti per traffico intenso.

Si consiglia di mantenere comportamenti di guida estremamente prudenti anche in relazione alla possibile presenza in autostrada e sulle strade extraurbane di autocolonne di mezzi di soccorso diretti in Abruzzo.
Informazioni sulla percorribilità di autostrade e viabilità ordinaria saranno disponibili tramite il CCISS (numero gratuito 1518), le trasmissioni di Isoradio e Rai Canali di Pubblica Utilità.
Per l'autostrada A/3 Salerno-Reggio Calabria potrà essere utilizzato per le informazioni il numero gratuito (800 290 092).

Comunicazione 10 aprile 2009: il dirigente della polizia postale del Molise, Vincenzo Francario, avvisa gli utenti di Internet della presenza di truffatori che anche nella Rete sfruttano il particolare momento psicologico scaturito dalla tragedia sismica di questi giorni. I truffatori invitano con l'inganno a raccolte di fondi per le popolazioni abruzzesi. La polizia postale del Molise che sta monitorando i siti alla ricerca degli sciacalli della Rete, consiglia, a chi voglia donare denaro, di rivolgersi solo ai siti istituzionali. Simili tentativi di truffe sono già avvenuti in questi giorni anche simulando trasporti di beni a bordo di tir provenienti dal Nord del Paese e quindi denunciati.

Situazione viabilità 9 aprile 2009 - h. 19.45

h 16.30 - A24: è chiuso al transito di tutti i veicoli il tratto tra Assergi e L'Aquila ovest. I veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a
7,5 t posso transitare solo in direzione di Roma a partire dal bivio per la A25;
- A25: è percorribile in entrambi i sensi di marcia da tutti i veicoli, compresi quelli di massa superiore a 7,5 t; permane nel tratto Bussi Popoli-Pratola Sulmona, la circolazione a doppio senso di marcia sulla carreggiata in direzione Roma.

Tali provvedimenti restano attivi per consentire il ripristino delle condizioni di sicurezza.

Bollettino ANAS h. 19.45

Situazione viabilità 9 aprile 2009 - h 16.30

Dalle ore 16,30 odierne è riunito, presso il Servizio Polizia Stradale del Ministero dell'Interno, il "Centro di coordinamento nazionale per fronteggiare le crisi in materia di viabilità", per monitorare l'andamento degli spostamenti sulla rete viaria nazionale in occasione delle festività pasquali, con particolare attenzione alla viabilità della regione Abruzzo.

Il Centro nazionale ha predisposto il documento"Primavera 2009", consultabile nella pagina web della viabilità dedicata alla gestione del traffico previsto, lungo la rete viaria nazionale, in occasione dei "ponti" di primavera (festività pasquali, 25 Aprile, 1° Maggio). Il documento contiene l'indicazione dei periodi critici e dei "percorsi alternativi alla viabilità autostradale" da attivare in caso di criticità della circolazione.

Le partenze verso le località turistiche, nella giornata odierna ed in quelle di domani e sabato, saranno accompagnate da condizioni atmosferiche favorevoli. Si richiama l'attenzione di quanti si metteranno in viaggio nei prossimi giorni di mantenere comportamenti di guida estremamente prudenti anche in relazione alla possibile presenza in autostrada e sulle strade extraurbane di autocolonne di mezzi di soccorso diretti in Abruzzo.

Attualmente il traffico si presenta intenso e le criticità si registrano in:

- A/1 code tra Roncobilaccio e Firenze Sud direzione sud.

- A/14, code a tratti tra Val Vibrata e Roseto in direzione sud;

-A/1 code in direzione sud nel tratto Roma Sud e Valmontone ed il nodo A/1-A/24 e Valmontone;

-A/3, traffico rallentato con code in direzione sud tra Campagna e Sicignano-Potenza a causa del traffico intenso e la presenza di un cantiere inamovibile (uscita consigliata Campagna - percorrere la SS 19 e rientrare a Petina);

-A/3 tra Rogliano ed Altilia traffico rallentato;

Nelle giornate di partenza flussi di traffico più intensi saranno possibili:

-A/1, tra Milano e Parma, da Bologna a Firenze sud (possibili rallentamenti nel tratto appenninico); in uscita dalla Capitale verso Napoli (possibili rallentamenti fino a Valmontone);

- A/14, da Bologna verso Cattolica (possibili rallentamenti all'altezza del nodo di Bologna);

- A/4 in Lombardia, traffico intenso in direzione Brescia;

- A/9 Lainate-Como-Chiasso (alla Dogana con la Svizzera);

- A/10 Genova-Ventimiglia;

- A/6 Torino-Savona in direzione del Ponente ligure e di Ventimiglia;

- A/26 in direzione dei laghi;

- A/11 Firenze-Pisa in direzione di Pisa e della Versilia.

Informazioni sulla percorribilità di autostrade e viabilità ordinaria saranno disponibili tramite il CCISS (numero gratuito 1518), le trasmissioni di Isoradio e Rai Canali di Pubblica Utilità.

Per l'autostrada A/3 Salerno-Reggio Calabria potrà essere utilizzato per le informazioni il numero gratuito (800 290 092).

Situazione viabilità 9 aprile 2009 - h 10.45

Il bollettino ANAS sulla viabilità in Abruzzo (pdf 37 kb)

La polizia Stradale informa:

La viabilità autostradale

Le autostrade A24 e A25, già percorribili dalle autovetture ad esclusione del tratto compreso tra L'Aquila Ovest e Assergi, che permane chiuso in entrambe le direzioni per le opportune verifiche tecniche strutturali, sono state aperte parzialmente al transito dei mezzi pesanti di massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate.

Ecco i tratti percorribili dai mezzi con pesi superiori a 7,5 t:

- A24, direzione Roma, nel tratto dopo il bivio tra A24 e A25 fino a Roma;

- A25, direzione Roma, nel tratto Sulmona-Roma.

I veicoli di peso complessivo superiore a 3,5 t non possono circolare sull'A25 nel tratto Bussi/Popoli-Sulmona, in entrambe le direzioni, a causa della presenza di un doppio senso di marcia sulla carreggiata in direzione di Roma.

Il transito delle autocolonne di soccorso è assicurato, assistite dal personale tecnico dell'autostrada, nei tratti stradali danneggiati dalle scosse sismiche.

La viabilità statale extraurbana

Ecco la situazione della transitabilità delle strade statali colpite dai movimenti sismici (tratto da www.stradeanas.it):

"Chiuse parzialmente le strade statali 5 "Tiburtina Valeria", 696 "del Parco del Sirente-Velino" e 17 "dell'Appennino Abruzzese"

L'Anas comunica che a seguito dei sopralluoghi congiunti con i tecnici del Dipartimento della Protezione civile ha provveduto alla chiusura della strada statale 696 "del Parco del Sirente-Velino", per pericolo di caduta massi. È comunque garantito il transito ai mezzi di soccorso. …

È stata chiusa, inoltre, la strada statale 17 "dell'Appennino Abruzzese e Appulo Sannitico", al km 32, per il dissesto di un muro di sostegno, e tra il km 35,700 al 36,700, tra i comuni di Celano e Ovindoli, a causa delle scosse sismiche che continuano senza sosta. E' in corso l'intervento dei tecnici per garantire transito ai mezzi di soccorso.

Per quanto riguarda la situazione delle altre strade in gestione all'Anas nella regione, si conferma la chiusura della strada statale 5 "Tiburtina Valeria" dal km 160,900 al km 169,300 nelle Gole di San Venanzio, tra Molina e Raiano, per frane sul piano viabile. Permane, inoltre, la chiusura della stessa statale 5 "Tiburtina Valeria" in prossimità del viadotto Corfinio, dal km. 176,000 al km. 176,400.

L'attività di verifica delle strutture stradali da parte dell'Anas continua ininterrotta a seguito delle ripetute scosse che si stanno verificando.

Gli ingenti danni strutturali alla sede compartimentale dell'Anas di Via XX Settembre, a L'Aquila, non ne consentono il recupero. L'Anas, per questo motivo, ha allestito un centro operativo nell'autoparco, dove sono presenti container e roulotte per l'emergenza.

L'Anas, infine, ricorda che l'informazione sulla viabilità e sul traffico è assicurata attraverso il sito Anas www.stradeanas.it e tramite il numero unico 'Pronto Anas' 841.148."

Comunicazione - 8 aprile 2009 - La Protezione Civile informa. ''A quanti devono procedere all'identificazione di persone ad oggi ancora disperse - sottolinea il Dipartimento - si informa che a partire dalle prossime ore, per ragioni igienico-sanitarie, il riconoscimento delle salme non ancora identificate proseguira' a L'Aquila presso lo stabilimento ex Cristal Carni. Di fronte al centro commerciale l'Aquilone in localita' Campo di Pile''.

La Questura de L'Aquila indica i seguenti numeri di utilità:

Sala operativa della Protezione Civile di L'Aquila: 800861016

Per chiedere informazioni sulle persone: 800860146

Aggiornamento viabilità - 6 aprile 2009 - ore 20.30 - Nelle ultime ore la Polizia Stradale ha incessantemente lavorato nell'area abruzzese per fronteggiare i disagi procurati, anche sul versante della mobilità, dal violento sisma di questa notte.

Nel territorio nazionale ha fornito assistenza con le sue staffette per il trasferimento di materiale sanitario "salvavita" e di unità di sangue, grazie anche al coordinato intervento dei Reparti Volo della Polizia di Stato.

Dal punto di vista della viabilità, persistono le limitazioni ai mezzi pesanti adottate sull'intera tratta dell'A/24 Roma-L'Aquila-Teramo e dell'A/25 Roma-Pescara per agevolare l'afflusso delle colonne di soccorso, mentre lungo l'A/24 si è ridotto il tratto chiuso per consentire le opportune verifiche alle infrastrutture autostradali, che ora è compreso tra L'Aquila Ovest e Assergi.

Sulla viabilità ordinaria sono segnalate le già note criticità dovute alla presenza di detriti o di cedimenti strutturali.

Aggiornamenti sullo stato della viabilità verranno forniti dai notiziari periodici del CCISS, e su Isoradio che lungo tutta la notte effettuerà un'apertura straordinaria.

Si conferma l'invito a non mettersi in viaggio verso le zone colpite dal sisma, se non strettamente necessario, al fine di non intralciare le operazioni di soccorso.

Comunicazione Il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, ha chiesto ai cittadini dell'Aquila di non sostare nei vicoli o sotto i cornicioni degli edifici. Chiunque sia stato costretto ad abbandonare la propria abitazione è pregato di recarsi a piedi nei centri di raccolta allestiti nel capoluogo di Regione. Si richiede inoltre di non utilizzare automobili per gli spostamenti e di servirsi di telefoni cellulari solo in caso di estrema necessita' per evitare di sovraccaricare le linee telefoniche.

Aggiornamento viabilità - 6 aprile 2009 -

Continua l'impegno della Polizia Stradale nel fronteggiare l'emergenza derivata dal violento sisma che nella notte ha colpito la provincia di L'Aquila.

Nella arterie autostradali che conducono al capoluogo abruzzese sono state adottate limitazioni ai mezzi pesanti per consentire alle colonne di soccorso di raggiungere agevolmente le zone colpite dal sisma; ulteriori chiusure si sono rese necessarie per permettere ai tecnici di effettuare le opportune verifiche alle infrastrutture autostradali.

Il quadro generale della viabilità risulta pertanto il seguente:

- l'autostrada A/24 Roma - L'Aquila - Teramo è interdetta al transito dei mezzi pesanti (sup. a 7,5 t) dall'allacciamento con l'A/1 e dalla barriera di Roma Est a Teramo ed è chiusa per tutti i veicoli tra il km 85 Tornimparte ed il km 117 Assergi; da L'Aquila Ovest la direttrice verso Roma è stata aperta ai veicoli leggeri inferiori alle 3,5 t.

- l'autostrada A/25 Roma - Pescara è anch'essa interdetta ai mezzi pesanti lungo tutta la tratta, mentre tra Bussi-Popoli e Sulmona-Pratola Peligna è attivo uno scambio di carreggiata che permette il transito in entrambe le direzioni.

Sulla viabilità ordinaria persistono le seguenti criticità :

- la SS 5 Tiburtina è chiusa dal km 160 al km 169 (loc. Molina) per presenza di detriti sul piano stradale e in corrispondenza del viadotto Corfinio km 176 a causa di cedimenti. Il tratto di viadotto potrà essere superato utilizzando la SS 5 Dir.;

- sulla SS 696 in loc. Celano si transita con difficoltà per la presenza di detriti;

- sulla SS 80 "del Gran Sasso" dal km 4 al km 5 e dal km 15 al 16 si registra la presenza di detriti.

Si invita a non mettersi in viaggio verso le zone colpite dal sisma, se non strettamente necessario, al fine di non intralciare le operazioni di soccorso.

Scuole - Il presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi ha comunicato che le scuole regionali di ogni ordine e grado sono chiuse ad oltranza. Spetterà ai sindaci nei prossimi giorni decidere tempi e modalità della ripresa dell'attività scolastica ma solo dopo i necessari controlli e le opportune verifiche.

Le limitazioni al traffico - 6 aprile 2009 -

In conseguenza del violento sisma che ha colpito l'Abruzzo ed in particolare la provincia dell'Aquila si registrano le seguenti problematiche di viabilità:

  • L'autostrada A/24 Roma - L'Aquila - Teramo è interdetta al transito dei mezzi pesanti (sup. a 7,5 t) dall'allacciamento con l'A/1 e dalla barriera di Roma Est a Teramo ed è chiusa per tutti i veicoli tra il km 85 Tornimparte ed il km 117 Assergi;
  • L'autostrada A/25 Roma - Pescara è anch'essa interdetta ai mezzi pesanti lungo tutta la tratta, mentre è chiusa per tutti i veicoli tra il km 150 Bussi-Popoli ed il km 137 Sulmona-Pratola Peligna per la direttrice da Roma a Pescara;

Le limitazioni ai mezzi pesanti si sono rese necessarie a livello preventivo per consentire alle colonne di soccorso di raggiungere le zone colpite dal sisma. Mentre le altre chiusure sono necessarie per permettere ai tecnici di effettuare le opportune verifiche alle infrastrutture autostradali.

Sulla viabilità ordinaria si registrano le seguenti criticità :

  • La SS 5 Tiburtina è chiusa dal km 160 al km 169 (loc. Molina) per presenza di detriti sul piano stradale e in corrispondenza del viadotto Corfinio km 176 a causa di cedimenti. Il tratto di viadotto potrà essere superato utilizzando la SS 5 Dir.;
  • Sulla SS 696 in loc. Celano si transita con difficoltà per la presenza di detriti;
  • Sulla SS 80 "del Gran Sasso" dal km 4.5 al km 5 si registra la presenza di detriti, mentre all'altezza del km 16 si è formato un dislivello sul terreno.

La Polizia Stradale nell'immediatezza dell'evento ha impiegato oltre 30 pattuglie per gli interventi di soccorso e la gestione della viabilità.

Sono stati inviate ulteriori 26 pattuglie di rinforzo dai Compartimenti Polizia Stradale limitrofi.

Si invita a non mettersi in viaggio verso le zone colpite dal sisma per non intralciare le operazioni di soccorso.

06/04/2009
(modificato il 07/04/2009)


Parole chiave:
Stradale - viabilità - terremoto - L'Aquila