Accordo Enav e Polizia di Stato contro i crimini informatici

È stato siglato oggi, a Roma, dal capo della Polizia Franco Gabrielli e dall’amministratore delegato di Enav Spa Roberta Neri, il rinnovo dell’accordo tra Polizia di Stato e Enav Spa per la prevenzione ed il contrasto dei crimini informatici che hanno per oggetto i sistemi ed i servizi informativi di particolare rilievo per il Paese.

Tra questi si annoverano anche le piattaforme tecnologiche di Enav che, oltre ad assicurare il servizio di controllo del traffico aereo civile dell’Italia nonché altri servizi di assistenza alla navigazione, contribuisce alla crescita del trasporto nazionale ed europeo mediante l’installazione, la manutenzione e il monitoraggio costante di tutti i sistemi hardware e software a ciò dedicati.
La convenzione di questa mattina rientra nell’ambito delle direttive impartite dal ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione della criminalità informatica, con particolare riferimento a strutture di rilevo strategico per il Paese.

Per la Polizia di Stato, il compito è assicurato dalla Polizia postale e delle comunicazioni e, in particolare, dal Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic) che, con una sala operativa disponibile 24 ore al giorno, rappresenta il punto di contatto per la gestione degli eventi critici delle infrastrutture di rilievo nazionale operanti in settori sensibili per il Paese.
Alla firma della convenzione erano, inoltre, presenti, per il Dipartimento della pubblica sicurezza, il direttore centrale per le Specialità della Polizia di Stato Roberto Sgalla e il direttore del Servizio polizia postale e delle comunicazioni Nunzia Ciardi, mentre per Enav Spa erano presenti il direttore generale Massimo Bellizzi, il responsabile security  Francesco Di Maio e il responsabile comunicazione Nicoletta Tomiselli.

01/06/2018