Frodi finanziarie: sequestro di beni e denaro a coniugi imprenditori

Due coniugi imprenditori, con un curriculum criminale di tutto rispetto per quanto riguarda i reati finanziari, sono stati bloccati dai poliziotti della questura di Cagliari dopo un’indagine durata circa un anno. Per i due è stato disposto il provvedimento di sequestro finalizzato alla confisca di beni.

I due imprenditori sono stati sottoposti all’obbligo di soggiorno a Cagliari e al ritiro del passaporto con la sospensione di ogni documento che consenta di lasciare l’Italia.

I coniugi erano specializzati in bancarotta fraudolenta e frodi fiscali. L’uomo in passato era stato arrestato per traffico di stupefacenti.

L’indagine, fatta di raccolta e di analisi di dati prevenienti da fonti diverse come sentenze, querele, visure delle banche dati e rapporti bancari, ha avuto inizio da una querela relativa all’appropriazione indebita presentata proprio nei confronti dell’uomo e relativa agli incassi di un esercizio commerciale. Da qui i poliziotti hanno iniziato le indagini che li hanno portati a scoprire una vera e propria società finanziaria riconducibile ai due coniugi, gravitante nell’ambito delle sale Bingo, video Lottery e agenzie di scommesse.

Con l’operazione di stamattina sono stati sequestrati ai due 10 società, 25 conti correnti bancari e due depositi titoli, due polizze vita e una cassetta di sicurezza intestati ai coniugi o a vari prestanome, nonché esercizi commerciali consistenti in una sala Bingo, due sale Video Lottery, due bar tabacchi con annessa agenzia di scommesse, numerosi autoveicoli e immobili.

06/12/2017
(modificato il 13/12/2017)