Il contributo della Stradale nell'assistenza sanitaria

Terzo caso nel nostro Paese: una catena di prelievo/trapianto di rene tra persone viventi che si è sviluppata tra dicembre 2016 e gennaio 2017 e ha interessato quattro ospedali in Veneto, Toscana, Sicilia ed Emilia Romagna. E la Polizia stradale ha garantito il rapido trasporto degli organi rispettando i tempi prefissati per ciascun ospedale.

Tutto si è concluso nel migliore dei modi e la catena, in modalità cross-over partita da un donatore samaritano, ha permesso a 5 coppie, incompatibili tra loro, di donare e ricevere un rene.

Ricordiamo che la Polizia stradale è costantemente impegnata per le esigenze relative all´assistenza sanitaria: nel 2016 sono state 176 le richieste di assistenza pervenute su tutto il territorio nazionale, dove sono state impiegate complessivamente 462 pattuglie. Delle 176 richieste, 122 sono pervenute direttamente dalle Prefetture mentre nei rimanenti casi la richiesta è stata fatta direttamente dalle strutture sanitarie.

L´assistenza fornita ha riguardato in 80 casi persone affette da particolari patologie, in 31 casi organi, in 14  plasma/sangue, in 18 sieri/vaccini, in 10 casi medicinali e 23 altre varie esigenze. Gli equipaggi della Polizia di Stato sono stati inoltre chiamati a svolgere 128 staffette, 39 trasporti e 9 scorte.
Tutti i Compartimenti della Polizia stradale sono stati impegnati nelle richieste di assistenza sanitaria, ma quelli maggiormente interessati sono stati il Compartimento per il Lazio con 74 richieste e quello della Toscana  con 28 richieste.
 

10/01/2017
(modificato il 12/01/2017)