I consigli utili per snellire le procedure

Per contenere i tempi di risposta, si tenga presente che:
in "documenti" si può trovare il fac-simile della richiesta da inviare;
eventuali documenti allegati all'istanza devono essere prodotti in originale o in copia conforme;
è utile, per l'Ufficio, che l'intera trattazione (richiesta ed eventuali documenti allegati) sia prodotta in tre esemplari di cui almeno uno in originale (o copia conforme);
se si ritiene che le iscrizioni esistenti in Banca Dati non siano aggiornate, si può segnalare tale circostanza anche ai reparti (se noti) che hanno provveduto ad inserire nel Ced le relative informazioni: In tali casi, sarà utile inviare agli stessi Uffici e/o Comandi anche copia conforme dei documenti da cui poter desumere la circostanza che legittima l'aggiornamento.
CASI PARTICOLARI (suggerimenti)
- Fatti penalmente rilevanti posti in essere in età minorile
- Cause di estinzione del reato
- Riabilitazione (art. 178 - 179 c.p.)
- Revoca della sentenza o del decreto di condanna
- Revoca di misure di carattere amministrativo
FATTI PENALMENTE RILEVANTI POSTI IN ESSERE IN ETÀ MINORILE
qualora si renda necessario aggiornare le informazioni che La riguardano, si suggerisce - stante le previsioni degli artt. 23 e 28 del D.P.R. 14 novembre 2002, n. 313 - di inviare sempre copia conforme della documentazione che legittima l'aggiornamento.
CAUSE DI ESTINZIONE DEL REATO
se tra le informazioni che La riguardano risultano comprese sentenze di condanna passate in giudicato in riferimento alle quali sia intervenuta una causa di estinzione del reato, si suggerisce di inviare copia della dichiarazione emessa dal Giudice dell'Esecuzione, ai sensi dell'art. 676 c.p.p..
RIABILITAZIONE (ART. 178 - 179 C.P.)
qualora tra le informazioni che La riguardano sia riportata una condanna penale cui abbia fatto seguito la concessione della riabilitazione, si suggerisce di produrre copia della relativa ordinanza.
REVOCA DELLA SENTENZA O DEL DECRETO DI CONDANNA
in presenza di condanne pronunciate a fronte di norme, successivamente, depenalizzate, abrogate o sottoposte ad annullamento da parte della Corte Costituzionale, si suggerisce di produrre copia del provvedimento con il quale il Giudice dell'Esecuzione revoca la sentenza o il decreto penale di condanna dichiarando che il fatto non è previsto dalla legge come reato (art. 673 c.p.p.).
REVOCA DI MISURE DI CARATTERE AMMINISTRATIVO
21/01/2015


Parole chiave: