Reparto a cavallo: i mezzi per il trasporto

Reparto a Cavallo iveco Turbodaily 35-10 La Polizia a cavallo, reparto di antiche tradizioni, svolge attività di prevenzione e vigilanza nei centri storici e in tutte le zone di interesse archeologico, turistico ed ambientale che richiederebbero la presenza di numerose pattuglie appiedate. La polizia a cavallo, con lo schieramento degli squadroni e la fanfara, garantisce con la sua presenza anche i servizi di rappresentanza. Il suo fascino contribuisce a far apprezzare l'immagine della Polzia di Stato nel corso di manifestazioni, cerimonie e ricorrenze ufficiali organizzate in varie città d'Italia.

I mezzi utilizzati sono ovviamente legati al trasporto degli animali: si tratta quindi di veicoli pesanti. Nel corso degli anni sono state generalmente impiegate versioni derivate da autocarri Fiat e Alfa Romeo. A partire dagli anni Sessanta si ricordano il Fiat 309/I trasporto cavalli del Reparto di Roma, due esemplari di Fiat 308 appositamente allestiti per il Gruppo Squadroni di Roma, il Fiat OM 110T e quello 684 N cassonato.

Negli ultimi venti anni, invece, sono stati realizzati mezzi sulla base di furgoni leggeri, quali gli Iveco Turbodaily 35.10 Alessi I e II serie e 49.10/49.12 Elevox III serie, l'Alfa Romeo 30/35 AR 8 ed il Fiat Ducato I e II serie. E ancora, alcuni autoarticolati con motrice Iveco 190.42 turbostar, Eurocargo ML 65 E 12 K in colori di serie e Carraro Tigre 27.
Da gennaio 2001, invece, è in servizio il nuovo autocarro Man 18.284, in grado di trasportare sei cavalli.

11/12/2015


Parole chiave: