Mafia: Latitante SCU arrestato ad Amsterdam

Filippo Cerfeda, 'superlatitante'della Sacra corona unita, e' stato arrestato stamani all' alba ad Amsterdam da un gruppo interforze composto da agenti della Polizia di Lecce, agenti dell' Interpol e della Polizia olandese. Cerfeda, che ha 34 anni, era latitante dal 27 agosto del 2001. E' accusato di associazione di tipo mafioso, traffico di droga, omicidi. L' uomo e' stato catturato in un' abitazione della capitale olandese mentre era in compagnia di una donna. Cerfeda e' considerato tra i primi 30 latitanti piu' pericolosi e nei prossimi giorni sarebbe stato inserito nell' apposito elenco. Ricercato da oltre due anni per i reati di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, omicidi, estorsione, usura, contrabbando ed altri gravi delitti, Cerfeda e' considerato l' esponente rappresentativo della Sacra corona unita dal quale dipendono le soluzioni strategiche criminali connesse ad ogni tipo di attivita' illecita. La maggior parte degli omicidi perpetrati nella provincia di Lecce negli ultimi due anni, secondo il Dipartimento dela Pubblica sicurezza del ministero dell' Interno, ''sono la conseguenza di precise volonta' del boss leccese''.
12/03/2003


Parole chiave: