Reggio Calabria: conferito a Gabrielli il premio speciale “Legalità”

“Per la visione strategica complessiva ed il tratto distintivo capace di coinvolgere gli uomini e le donne in divisa, il prefetto Franco Gabrielli, capo della Polizia e direttore generale della pubblica sicurezza, nella sua diuturna attività di contrasto alla criminalità ha rafforzato profili di legalità. Un’autentica testimonianza di un uomo dello Stato”.

Questa è la motivazione con cui oggi, a Reggio Calabria, è stato conferito al capo della Polizia Franco Gabrielli il premio speciale “Legalità” intitolato al prefetto Luigi De Sena.

La manifestazione, per ricordare il prefetto di Reggio Calabria che incondizionatamente si è speso per questo territorio in un momento storico complesso e difficile, si è svolta al Teatro Francesco Cilea con la partecipazione di Carlo Bonini giornalista di “Repubblica”.

Durante l'evento il capo della Polizia Franco Gabrielli ha reso omaggio alla figura del prefetto Luigi De Sena sottolineando che " È stato prima di tutto un grande poliziotto, un grande investigatore, un profondo conoscitore delle dinamiche criminali, ma poi è stato anche e soprattutto prefetto di questa città e il prefetto non è soltanto l'istituzione responsabile della sicurezza che gli addetti ai lavori definirebbero strategica, è il responsabile della coesione, della capacità dei soggetti istituzionali di fare squadra".

 "Credo che il principale lascito del prefetto De Sena - ha aggiunto il capo della Polizia Gabrielli - sia stato quello di avere costruito un percorso di coinvolgimento delle comunità e delle istituzioni. Quanti ce ne vorrebbero? Il più possibile. Però non si può vivere solo di rimpianti, quello che è stato deve essere in qualche modo monito per un verso e uno stimolo per l'altro, il prefetto De Sena non va rimpianto, va semplicemente emulato".

In questa II edizione sono stati premiati anche il procuratore della Repubblica di Firenze Giuseppe Creazzo già procuratore di Palmi e il professor Rocco Bellantone preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

In serata, poi, il prefetto Gabrielli sarà a Nicotera (VV), comune sciolto per mafia, dove prenderà parte al dibattito su "ndrangheta e legalità" organizzato dal gruppo "dopo le 22". Parteciperanno all’evento oltre ai cittadini, i giornalisti Alberto Romagnoli, corrispondente Rai a Bruxelles, e Carlo Macrì, corrispondente per la Calabria del Corriere della Sera.

31/08/2018