Tonnellate di "botti illegali" sequestrate in tutta Italia

Botti illegali sequestrati dalla PoliziaIl 2012 arriverà in maniera più "silenziosa" e meno "luminosa", infatti in molte città italiane sarà vietato l'uso di fuochi artificiali e petardi.

A prescindere dai divieti, la Polizia sta sequestrando in tutta Italia, una grande quantità di "botti illegali" che, venduti abusivamente da ambulanti e negozianti senza scrupoli, ogni anno provocano numerosi feriti e qualche volta morti. Si tratta di materiale pericoloso, privo delle previste autorizzazioni ministeriali e del marchio CE, la cui presenza garantisce che il prodotto risponde ai requisiti dell'Unione Europea in materia di sicurezza, salute e protezione ambientale.

Gli agenti del commissariato di San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, hanno sequestrato questa mattina una tonnellata di "botti illegali", nascosti in un edificio, pronti per invadere le strade.

Altri 550 chili di fuochi prodotti illecitamente e ad alto potenziale esplosivo sono stati sequestrati ieri sera sull'autostrada A1 dalla polizia stradale di Arezzo. I botti, acquistati in provincia di Napoli, erano nascosti in 28 scatoloni ed erano destinati al mercato di Milano.

Negli ultimi giorni a Torino la Polizia ha sequestrato una tonnellata e mezza di botti, fuochi d'artificio, petardi e ordigni fai da te, trovati in esercizi commerciali e in cortili, box o case private. In particolare ad un artigiano sono state sequestrate polveri, micce e strumenti vari per preparare botti, petardi di varie dimensioni e pericolosità, "caramelle", "cipolle" e anche una bomba Maradona.

Sempre ieri gli agenti del commissariato Fidene Serpentara di Roma, hanno trovato circa 300 chili di artifizi pirotecnici, tra cui quasi un quintale di polvere pirica e 50 mila fuochi d'artificio, nascosti in un furgone guidato da un cittadino cinese. Il materiale intercettato si va ad aggiungere ai quasi 750 chili sequestrati nei giorni scorsi.

Più di 100 chili di articoli vietati sono stati sequestrati a Verona, Crotone e a Messina, dove gli uomini del commissariato Messina Nord li hanno trovati nascosti nella cantina di un 24enne.

Ricordiamo che è vietato utilizzare fuochi di artificio privi del marchio CE, dell'etichetta che indica la fabbricazione, il tipo e l'autorizzazione ministeriale, sottolineando comunque che l'uso improprio di qualunque tipo di materiale pirotecnico può comportare gravi conseguenze. Da quest'anno, inoltre, è comunque vietata la vendita e l'uso di qualsiasi giocattolo pirico ai minori di 18 anni.

30/12/2011