Nicola Calipari: a 13 anni dalla scomparsa un convegno per ricordarlo

Questo pomeriggio è stato ricordato, a 13 anni dalla sua scomparsa, Nicola Calipari funzionario di Polizia e poi agente dei servizi di intelligence italiani, morto a Baghdad (Iraq) nelle fasi conclusive di un’operazione di salvataggio di una giornalista italiana, sequestrata da una banda criminale.

A ricordarlo, alla Scuola superiore di polizia a Roma, un incontro, moderato da Carlo Bonini, giornalista di “La Repubblica”, a cui hanno preso parte il ministro dell’Interno Marco Minniti, il capo della Polizia Franco Gabrielli e tanti colleghi che hanno conosciuto e lavorato a fianco di Nicola Calipari.

Molti i ricordi, tra questi quello di Daniela Stradiotto dirigente generale della Polizia di Stato e attuale presidente dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, di Maria Cristina Longarzia, primo dirigente della Polizia di Stato in servizio alla Direzione centrale per le risorse umane, di Alfonso D’Alfonso dirigente generale della Polizia di Stato, in pensione e dell’ispettore superiore Francesco De Marco in servizio presso la questura di Cosenza.

Alla tavola rotonda è intervenuta anche la vedova del funzionario, signora Rosa Villecco Calipari.

Commovente, un breve video proiettato nella sala Parisi, nel quale il funzionario tiene una conferenza, nell’Istituto per ispettori di Nettuno, un anno prima di rimanere ucciso.

10/04/2018
(modificato il 11/04/2018)