Palermo: dalla Kalsa partivano chili di droga per tutta la città

Si muovevano rapidamente rifornendosi spesso di droga ed efffettuando consegne a domicilio in tutta Palermo: dal quartiere Brancaccio all’Arenella, dallo Zen a Bonagia, sino ad arrivare in provincia.

Questa è l’accusa per la quale 13 persone sono state oggi arrestate a Palermo da Polizia e Carabinieri su ordine del Giudice per le indagini preliminari.

L’attività di spaccio, soprattutto relativa ad hashish e marijuana, è stata documentata dagli investigatori a partire da settembre 2015 e sino a tutto il 2016.

Nel corso delle indagini, oggi concluse con l’esecuzione delle ordinanze, i poliziotti del Commissariato “Oreto –Stazione” e i carabinieri della Compagnia “Monreale” hanno documentato i ruoli delle persone coinovlte nell’associazione a delinquere ed i loro legami, anche famigliari, con esponenti delle cosce della zona.

L’aspetto caratteristico della banda, messo in luce dalle indagini, è l’estrema mobilità degli indagati che, dal quartiere Kalsa, rifornivano di droga le molte “piazze” di spaccio della città, arrivando anche nei comuni jatini di San Giuseppe Jato, Partinico ed Altavilla Milicia sino ad arrivare a Partinico e Montelepre.

Nei mesi in cui gli investigatori hanno ricostruito la rete criminale,  hanno arrestato in flagranza almeno 7 persone per spaccio ed altre 3 per evasione dagli arresti domiciliari; questi ultimi, incuranti della possibilità dei controlli della polizia giudiziaria gestivano le relazioni con i complici, fuori dalle loro abitazioni concedendosi anche lo svago di partitelle a calcio con gli amici.

30/05/2017