Trento: furti di carburante per un milione di euro

Sono durate quasi due anni le indagini della Squadra mobile di Trento che alla fine è riuscita ad identificare tutti i componenti di una banda di ladri che, rubando carte-carburante ad aziende di autotrasporti italiane ed austriache, avevano causato un danno di oltre un milione di euro in gasolio.

La banda era composta da 12 persone di diverse nazionalità; quattro sono finite in carcere; per tre è stata disposta la custodia agli arresti domiciliari e cinque persone sono indagate in stato di libertà.

I ladri si sono appropriati di oltre 150 carte  di diverso tipo che hanno consentito un indebito utilizzo con quasi 180 mila litri di gasolio prelevato illegalmente, in Italia ed Austria. Sono 14 le aziende italiane e 12 quelle austriache che hanno subito furti.

In Italia i componenti della banda hanno rubato le carte a Trento, Treviso Ferrara, Modena, Piacenza, Brescia, Bergamo, Pavia, Torino, Novara.

Dopo il furto, i criminali prelevavano indebitamente il carburante per poi rivenderlo a terze persone a prezzi minori rispetto a quelli di mercato.

Le indagini sono state coordinate dalla direzione distrettuale antimafia di Trento e, nella fase conclusiva, hanno interessato gli uffici Interpol di Austria, Bulgaria e Macedonia.

16/01/2017