Presentati i primi risultati del progetto "Non perdere la bussola"

È passato un anno da quando è partito il progetto "Non Perdere la bussola", nato dalla collaborazione tra la polizia delle comunicazioni, il sito YouTube e il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per educare i ragazzi ad un uso responsabile di Internet.

Stamattina, alle 11, alla sala polifunzionale della Presidenza del consiglio dei ministri - via di Santa Maria In Via 37, a Roma - il ministro della Gioventù Giorgia Meloni con Antonio Apruzzese, direttore del Servizio polizia postale e delle comunicazioni e con Scott Rubin, Head of Policy and Communications strategy, EMEA di Google, ha presentato i primi risultati del progetto educativo.

I destinatari dell'iniziativa, che ha lo scopo di fornire gli strumenti conoscitivi e didattici per garantire una navigazione in Internet consapevole e sicura, sono stati gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori di tutto il territorio nazionale: durante lo scorso anno, gli esperti della polizia delle comunicazioni ne hanno incontrati 180mila in 450 scuole di tutta Italia.

Nel 2011 il progetto verrà allargato a fasce diverse di utenti: non solo giovani ma anche genitori, insegnanti e chiunque rivesta un ruolo di educatore, e avrà il sostegno del ministero della Gioventù.

11/01/2011


Parole chiave: