La Polizia e la città di Padova ricordano l'assistente capo Filippo Mabea

La polizia e la città di Padova hanno ricordato l’assistente capo della Polizia di Stato Filippo Mabea, intitolando due sale al poliziotto scomparso il 13 febbraio 2017.

Filippo era in servizio alla Polizia scientifica, e proprio la “Sala sopralluoghi” del Centro interregionale di Polizia scientifica, che si trova in piazzetta Palatucci, è stata a lui intitolata con una cerimonia che si è svolta ieri mattina.

Erano presenti i familiari dell’agente scomparso, il prefetto Renato Franceschelli, il questore Paolo Fassari, il direttore del Servizio della Polizia scientifica Fausto Lamparelli e il direttore della Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato Vittorio Rizzi.

Durante la manifestazione sono state ricordate le grandi capacità professionali del poliziotto, ma anche il suo impegno nel sociale che, in qualità di fondatore e referente dell’associazione “All for life”, lo ha reso protagonista nella formazione di migliaia di persone nella pratica della rianimazione cardiopolmonare e nell’impiego del defibrillatore.

Al termine della cerimonia, le autorità e una rappresentanza di poliziotti della Scientifica hanno visitato l’Istituto di ricerca pediatrica (Irp) “Città della speranza”, per assistere all’intitolazione a Filippo Mabea della “Stanza cellule” del laboratorio di biologia dei tumori solidi.

Un ulteriore riconoscimento del forte legame con l’Istituto dove Filippo aveva tenuto, dal 2015, con l’associazione “All for life”, corsi di blsd per le manovre salvavita e impiego del defibrillatore, donandone, inoltre, tre all’Istituto.

Il presidente della Fondazione Irp, Stefano Galvanin, ha sottolineato come “Filippo rimarrà sempre nel cuore di Città della Speranza. Ha messo a disposizione la sua professionalità per insegnare a salvaguardare la vita di tutti e, grazie a lui, ora si è creata una relazione tra IRP e la Scientifica, entrambe sempre all’avanguardia per dare risposte concrete, il primo a bambini e famiglie, la seconda nell'ambito delle attività di polizia giudiziaria”.

14/02/2019