Foggia: preso il presunto autore del tentato omicidio

I poliziotti della Squadra mobile di Foggia hanno arrestato il presunto responsabile del tentato omicidio di Antonio Frascolla, 28enne ferito ieri notte da un colpo di arma da fuoco.

L’accusa nei confronti dell’uomo è di tentato omicidio e porto abusivo di arma da sparo. Il ferimento sarebbe avvenuto al termine di una lite per futili motivi.

Poco dopo le 4 del mattino alcuni cittadini segnalavano l’esplosione di colpi di pistola e il ferimento di un ragazzo in via Martiri di via Fani.

Arrivate sul posto, le volanti della questura foggiana hanno verificato la segnalazione, riscontrando anche la presenza, sulla strada, di due bossoli calibro 7.65.

Negli stessi minuti veniva segnalata la presenza, presso il pronto soccorso dell’ospedale di Foggia, di un giovane ferito da un colpo di arma da fuoco.

Gli investigatori della Mobile foggiana, hanno tentato di interrogare la vittima, ma questa si dimostrava poco collaborativa e non forniva alcun tipo di informazione in merito alla vicenda.

Sono state le testimonianze dei presenti che hanno permesso ai poliziotti di raccogliere numerosi elementi di colpevolezza nei confronti dell’indagato.

Si tratta di un pregiudicato, figlio e nipote di appartenenti alla criminalità organizzata, in particolare allo storico clan Moretti, uno dei principali gruppi criminali attivi tra il Gargano e il Tavoliere.

Il giovane è stato rintracciato e arrestato nella sua abitazione; durante l’operazione è stata recuperata anche la presunta arma del delitto, una Beretta calibro 7.65 con il relativo caricatore rifornito con una cartuccia. All’interno dell’arma c’era ancora un bossolo che si era inceppato durante l’utilizzo.

29/10/2018


Parole chiave:
tentato omicidio - foggia - arresto - volanti