Colpito il portafoglio di Cosa Nostra: sequestrati beni per 3 milioni di euro

Ennesimo colpo di natura economica assestato a Cosa Nostra dalle Forze dell’ordine di Trapani con un’operazione congiunta di Polizia di Stato e Guardia di finanza che ha portato al sequestro di beni per un valore di circa 3 milioni di euro.

Il sequestro è stato possibile in applicazione della normativa antimafia, ed ha interessato alcune società di Mazara del Vallo operanti nel settore edile, della commercializzazione di prodotti ittici e dello smaltimento di rifiuti, confermando l’interesse imprenditoriale di Cosa Nostra in questi redditizi settori economici.

Sequestrate anche diverse partecipazioni societarie, rapporti bancari, diversi veicoli e dieci immobili, tra i quali terreni e fabbricati.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Trapani su proposta del Questore, a conclusione di analisi condotte dalla locale Divisione anticrimine, e delle indagini societarie e patrimoniali, svolte insieme al Nucleo di polizia economica e finanziaria della Guardia di finanza trapanese.

Fondamentale il contributo delle indagini svolte dal Servizio centrale operativo della Polizia di Stato e dalla Squadra mobile di Trapani.

07/06/2018