Polizia di Stato ed Enel insieme per la prevenzione degli incidenti stradali

Formazione e prevenzione sono gli obiettivi principali del progetto di Enel e Polizia di Stato sulla sicurezza stradale, presentato oggi a Roma, all’interno dell’Auditorium Enel.

Per il Dipartimento della pubblica sicurezza erano presenti il vice capo vicario della Polizia Luigi Savina, il direttore della Specialità della Polizia di Stato Roberto Sgalla e il questore di Roma Guido Marino, mentre gli onori di casa sono stati fatti dal direttore country Italia di Enel Carlo Tamburi.

Il progetto rientra nell’ambito del protocollo sulla sicurezza stradale e la prevenzione degli infortuni stradali firmato nel marzo scorso con lo scopo di contenere il fenomeno degli incidenti in itinere, che attualmente rappresentano una delle principali cause di infortunio sul lavoro.

Nei mesi scorsi si sono già svolti 34 incontri in 16 regioni italiane proprio sull’argomento della sicurezza stradale, per sensibilizzare i dipendenti sulla prevenzione degli incidenti; agli incontri hanno partecipato oltre 3.500 lavoratori di tutte le società italiane del gruppo E-Distribuzione, Enel Green Power, Enel Produzione, Enel Italia e le società del Mercato.

Nei prossimi mesi sono previsti altri 19 seminari ai quali prenderanno parte altri 2mila dipendenti Enel.

Oltre agli interventi di formazione e sensibilizzazione, l’accordo prevede anche uno scambio dati sul fenomeno infortunistico e analisi delle statistiche relative agli incidenti sulle strade, avendo soprattutto riguardo a quelli connessi al lavoro e agli spostamenti casa-lavoro; un confronto finalizzato a un miglioramento della rilevazione del dato infortunistico relativo agli incidenti sulle strade e una reciproca collaborazione per attività di ricerca volte a sperimentare nuove soluzioni tecnologiche e innovative metodologie di prevenzione del rischio di incidenti, considerato l’elevato numero di mezzi aziendali utilizzati e di chilometri giornalieri percorsi dai dipendenti Enel.

19/09/2017