Terremoto a Ischia: subito in azione la macchina dei soccorsi

Alle 20.57 di ieri sera un terremoto di magnitudo 4.0 ha fatto tremare Ischia, provocando due morti, diversi feriti, alcuni crolli e molte case lesionate, delle quali bisognerà verificare l’agibilità; in attesa delle verifiche sono oltre 2.500 le persone rimaste senza un tetto.

La macchina dei soccorsi è stata avviata immediatamente, con i primi soccorritori presenti sul posto che hanno iniziato subito a scavare alla ricerca delle persone rimaste intrappolate sotto le macerie.

Tra i primi ad intervenire anche i poliziotti del commissariato di Ischia, raggiunti dopo poche ore da 15 pattuglie del Reparto prevenzione crimine “Campania” e da 50 uomini del Reparto mobile di Napoli, arrivati sull’Isola insieme ad altrettanti Carabinieri e 20 agenti della Guardia di finanza.

Gli operatori delle Forze dell’ordine stanno affiancando su tutta l’Isola i Vigili del fuoco per mettere in sicurezza cittadini e turisti.

Le vittime accertate sono due donne, una colpita dai calcinacci di una chiesa, un'altra travolta dalle macerie della sua casa, nel comune di Casamicciola.

Due uomini e due donne sono stati trovati vivi sotto le case crollate, mentre i feriti accertati sono 39, di cui uno grave.

22/08/2017