Europei di tiro a volo: Fiamme oro sul podio con 3 ori, 4 argenti e 1 bronzo

Si sono da poco conclusi a Baku (Azerbaigian) i Campionati europei di tiro a volo, durante i quali i portacolori delle Fiamme oro hanno vinto importanti medaglie, in particolare tre d’oro, quattro d’argento e una di bronzo.

Il campione olimpico Gabriele Rossetti si è messo al collo ben tre metalli preziosi, mancando però il gradino più alto del podio. Nella gara individuale di skeet il portacolori cremisi ha vinto l’argento, al termine di un lunghissimo shoot-off che si è concluso a favore del ceco Milos Slavicek.

“Quando arrivi secondo - ha detto Gabriele dopo la gara - una vena di tristezza e rabbia c’è sempre, anche se ora sono più contento perché ho sparato bene in condizioni veramente estreme, continuo ad essere il numero uno al mondo nella speciale classifica e poi, soprattutto, credo che ogni gara serva per migliorare in quella successiva. Tra un mese a Mosca ci sarà il mondiale, spero di fare meglio là. So che non devo mollare mai, in questa gara, soprattutto oggi alla fine quanto a concentrazione e motivazione avrei potuto fare meglio”.

Grazie al risultato di Rossetti e ai piazzamenti degli altri azzurri Riccardo Filippelli e Tammaro Cassandro, l’Italia ha conquistato anche la medaglia d’argento a squadre dello skeet maschile.

Rossetti è stato ancora protagonista nella nuova formula dello skeet misto insieme a Diana Bacosi; gli azzurri si sono piazzati sul terzo gradino del podio continentale mettendosi al collo una splendida medaglia di bronzo.

Il primo oro di marca cremisi lo ha vinto Daniele Di Spigno nel double trap, specialità nella quale non è riuscito ad andare oltre il quarto posto individuale, ma che con il suo piazzamento ha contribuito in modo determinante alla vittoria azzurra, insieme ad Antonino Barillà e Marco Innocenti.

Anche Katiuscia spada è salita sul trono continentale con la squadra femminile di skeet insieme alle azzurre Diana Bacosi e Simona Scocchetti. La medaglia d’oro è arrivata dopo la vittoria ottenuta in finale contro il team dell’Ucraina.

Oro europeo anche per la campionessa cremisi Jessica Rossi, vittoriosa insieme a Giovanni Pellielo con la nuova formula della fossa olimpica mista, disciplina che dai giochi olimpici di Tokyo 2020 sostituirà il double trap.

Le ultime medaglie cremisi sono state vinte dal giovane Jacopo Dupre De Foresta nel double trap maschile junior; il rappresentante del Gruppo sportivo della Polizia di Stato ha perso il medal match per l’oro disputato contro l’inglese James Dedman, vincendo quindi l'argento individuale.

L'azzurro si è messo al collo anche l'argento a squadre grazie al piazzamento suo e degli altri azzurri Eraldo Apolloni e Nicolò Liceti.

04/08/2017