Bari: intitolato a Giuseppe Cimarrusti ufficio della Stradale

Con una cerimonia, a cui ha preso parte il capo della Polizia Franco Gabrielli, la sottosezione Polizia stradale Bari sud è stata intitolata all’assistente Giuseppe Cimarrusti.

Il poliziotto 26enne, originario di Conversano in provincia di Bari, è morto il 21 febbraio del 2005 a Verona durante un conflitto a fuoco mentre svolgeva un servizio di volante.

Alla cerimonia erano presenti i familiari di Giuseppe, Medaglia d’oro al valor civile, le massime autorità locali, civili e militari della città.

Dopo un breve discorso del questore di bari, Carmine Esposito, la parola è passata al capo della Polizia che ha sottolineato:” Credo moltissimo nell'importanza della memoria, non soltanto come momento celebrativo, ma soprattutto perchè serve a rinnovare la presenza e la vita di chi, prima di noi e meglio di noi, ha saputo interpretare il giuramento di fedeltà alla Repubblica. La nostra vera essenza è quella di essere al servizio della comunità".

Dopo la visione di un breve video nel quale sono stati ripercorsi alcuni momenti della vita del giovane poliziotto, i partecipanti si sono spostati fuori dall’edificio, sede della sottosezione, per lo scoprimento della targa d’intitolazione.

La targa è stata benedetta da don Mimmo Memoli, assistente spirituale della Polizia di Stato e, a conclusione, il capo della Polizia ha consegnato ai familiari di Giuseppe il diploma formale d’intitolazione della sottosezione.

A seguire il prefetto Gabrielli ha incontrato i dirigenti delle Specialità, i funzionari e una rappresentanza dei dipendenti presso il Centro polifunzionale della Polizia di Stato di Bari visitando così  i locali che accolgono il Reparto mobile e i Compartimenti della Polizia ferroviaria, stradale, postale e di frontiera.

08/11/2018