Stradale: al via i lavori del “Traffic police 2017”

Si terrà a Roma, il 25 e il 26 ottobre presso il Polo Tuscolano, la prima conferenza internazionale dal titolo “Traffic police 2017”.

La Polizia stradale, a 70 anni dalla sua istituzione, vuole guardare al futuro e ha lanciato, alcuni mesi fa, una sfida a tutti coloro che sono attivi nel campo della ricerca e dell’innovazione. L’idea è quella di sviluppare un sistema di previsione degli incidenti stradali, di condotte illecite alla guida e di possibili reati che si consumano sulle strade.

Ormai tutto genera dati: i telefoni cellulari, i computer, i sensori installati su strade, le centraline sulle auto e così via, e la Polizia stradale vuole adeguarsi ai tempi e ai continui cambiamenti tecnologici.

La conferenza, infatti, è finalizzata alla progettazione di strategie vincenti e contributi originali, realizzati attraverso l’analisi di dati scientifici rivolti a migliorare la sicurezza stradale, per dimezzare il numero di vittime da incidente entro il 2020.

Verrà presentato, infatti, un “position paper” dal titolo “Towards a Pervasive and Predictive Traffic Police”, che riassumerà gli ambiti di ricerca fondamentali per l’attività di Polizia stradale.

All’evento prenderanno parte i rappresentanti del team per la Trasformazione Digitale (Palazzo Chigi), i rappresentanti italiani della piattaforma SoBigData (ISTI-CNR di Pisa), nonché esponenti di rilievo del mondo dell’Università e della ricerca e parti interessate alla ricerca sia in ambito pubblico che privato.

Per seguire l'evento anche attraverso Twitter usare #trafficpolice2017

 

13/10/2017
(modificato il 14/10/2017)