Vibo Valentia: un convegno per la cultura della legalità

Si è svolto questa mattina presso l'Auditorium della Scuola allievi agenti di Vibo Valentia, un convegno dal titolo “ ‘Ndrangheta, consenso e silenzio” a cui ha partecipato il direttore centrale degli Affari Generali della Polizia di Stato Filippo Dispenza, il prefetto di Vibo Valentia Guido Longo, il procuratore aggiunto di Cosenza Marisa Manzini e il giornalista Aldo Pecora.

L’evento organizzato dall’Associazione “ConDivisa” e dal movimento antimafia “AmmazzateciTutti” ha trattato i temi della legalità e della lotta alla criminalità in un territorio dove la mafia è molto presente.

Il convegno di stamattina, in cui erano presenti gli studenti di tre licei calabresi, ha voluto far conoscere alle nuove generazioni, proprio quanto è importante la legalità e la collaborazione con le forze di Polizia.

Nel suo intervento il Prefetto Dispenza ha invitato i giovani a "Ribellarsi ai cattivi modelli ed ai pessimi esempi, da qualsiasi parte provengano, che provocano la violazione delle leggi e delle regole. Riappropriarsi del proprio futuro, essere liberi delle proprie scelte e della costruzione del proprio avvenire nel rispetto della legge e del proprio prossimo. La mafia, la ‘Ndrangheta tutte le mafie del mondo vi rubano il futuro, i sogni, le vostre passioni. Siate esigenti. Se avete dei dubbi coltivateli, con lo studio, la riflessione e la passione ed anche l’ironia. Le Forze di polizia e la magistratura non sono corpi estranei alla società. Tutt’altro, esistono per tutelare le vostre libertà, le vostre libere scelte nel rispetto delle regole e delle leggi". E ha proseguito "Cercate di realizzare i vostri sogni ed i vostri desideri. E coltivate sempre i vostri ideali per una società più giusta e più inclusiva".


 

26/05/2018