Reggio Calabria: anziana rapinata e uccisa, tre arresti

“Malanova” è il nome dell’operazione conclusa stamattina dalla Squadra mobile di Reggio Calabria contro una banda di predatori seriali. Due uomini e una donna sono stati arrestati; sono gli stessi che lo scorso mese di ottobre aggredirono brutalmente una donna 88enne nella sua abitazione per appropriarsi del denaro che la vittima nascondeva in casa, fino a provocarne la morte. I tre sono accusati di omicidio preterintenzionale e rapina pluriaggravati ai danni dell’anziana pensionata.

I malviventi erano già entrati altre volte nell’appartamento quando la donna era assente perché sapevano che vi erano nascoste grandi somme di denaro, senza però mai riuscire a trovarle.

L’allarme alla Sala operativa della questura di Reggio Calabria era stato dato da alcuni familiari della vittima che non vedendola arrivare ad un incontro domenicale, erano andati a cercarla a casa, dove l’avevano trovata sul pavimento della camera da letto priva di vita e la casa messa a soqquadro.

Dall’analisi delle immagini di videosorveglianza i poliziotti hanno rilevato alcuni passaggi sospetti di due autovetture usate dai tre criminali che quel pomeriggio avevano percorso a lungo la zona fino al momento in cui avevano incrociato la vittima. Con l’aiuto successivo delle intercettazioni telefoniche e ambientali, gli agenti sono risaliti non solo a dimostrare la colpevolezza dei tre, ma hanno anche scoperto che i criminali compivano quotidianamente furti e scippi nella zona sud della città, prendendo di mira soggetti deboli (anziani e donne), di cui studiavano le abitudini, gli stili di vita e i loro movimenti, prima di compiere l’azione delittuosa.

Donatella Fioroni

16/03/2018